Castello Visconteo

Il Castello Visconteo fu concepito come dimora di caccia e di svago nel 1360, all'inizio della signoria di Galeazzo II Visconti, che pensò anche a un collegamento con la vicina città di Milano attraverso un canale navigabile, quello che sarà chiamato più tardi il Naviglio.
Non si sa chi fu esattamente l'ingegnere militare che assecondò il progetto di Galeazzo II di creare un grande palazzo, di circa 142 m. di lato e 4 torri angolari, in forma difensiva: vi era contenuta infatti, accanto alla più grande biblioteca del tempo (circa 2000 codici miniati) e alle residenze signorili, anche la più grande armeria del periodo.
All'interno si può trovare un grande cortlie, con portico sostenuto da colonne in pietra. In questo spazio vengono svolti numerosi eventi e concerti in vari periodi dell'anno. Attualmente il Castello è sede dei Musei civici costituiti da diverse sale tematiche. All'interno delle sue Scuderie vengono svolte ogni anno diverse mostre dedicate a famosi artisti nazionali ed internazionali.

 

Per ulteriori informazioni consulta il sito:
www.museicivici.pavia.it